Egle – Lavoro a maglia

sh_egle_location2

THE SURVIVING QUESTIONS

1. COME DEFINIRESTI QUELLO CHE FAI IN UNA FRASE?

Parto dalla ricerca della migliore lana, la intreccio con il girello in legno e poi la lavoro a maglia per ottenere manufatti che siano naturali, confortevoli, resistenti e belli da indossare.

2. COS’HAI IMPARATO GRAZIE ALLE TUE MANI?

Lavorare con le mie mani mi aiuta a capire il reale valore delle cose che mi circondano ed anche il lavoro di altre persone. Tutti gli oggetti infatti hanno bisogno di risorse e tempo per essere prodotte, basta guardarsi attorno per rendersi conto di quanto gli oggetti quotidiani siano un continuo spreco di risorse per ottenere una gratificazione per brevissimo tempo e questo succede perché siamo totalmente disconnessi dal naturale ciclo produttivo.

 3. SE DOVESSI SUGGERIRE AD UN ADOLESCENTE DI INTRAPRENDERE IL TUO STESSO PERCORSO, CHE COSA GLI DIRESTI?

Gli direi che ognuno deve intraprendere una ricerca del proprio percorso – è un vero e proprio lavoro che può portare grandissime soddisfazioni ed il cui unico fine è trovare una passione in cui investire tutto te stesso.

THE SURVIVING STORY

Credo che la mia non sia stata una scelta consapevole quella di diventare un’artigiana. Forse un po’ è dovuto al fatto di essere cresciuta circondata da persone particolarmente sensibili alla natura e che sapevano fare delle cose, nel senso che hanno mantenuto il contatto con le proprie radici ed hanno sempre cercato l’autenticità e la razionalità in quello che facevano. Le donne nella mia famiglia, in particolare, mi hanno introdotta all’arte della tessitura e dell’intreccio. Il lavoro a maglia ha cominciato ad affascinarmi, soprattutto il fatto che con soli tre elementi si potessero produrre dei manufatti – due aghi ed un filo. Solo successivamente ho imparato i vantaggio di avere 5 aghi, cominciando a lavorare su manufatti in 3 dimensioni. Il filatoio o girello è arrivato molto dopo quando ho sentito l’esigenza di avvicinarmi al materiale che stavo usando. C’è ancora tanto da fare e da imparare, ma finalmente sto producendo il filo con il girello in legno.

sh_egle_contacts

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on StumbleUponShare on TumblrEmail this to someoneShare on Google+