Laura – Disegnatrice di gioielli

sh_laura_LOCATION2

THE SURVIVING QUESTIONS

1. COME DEFINIRESTI QUELLO CHE FAI IN UNA FRASE?

Io faccio gioielli usando qualsiasi materiale riesca a procurarmi: carta, porcellana, tessuti, legno, oggetti ritrovati, metalli…

2. COS’HAI IMPARATO GRAZIE ALLE TUE MANI?

Sto imparando ad essere più paziente. Tutto ciò che è unico e ben fatto ha bisogno di tempo.

 3. SE DOVESSI SUGGERIRE AD UN ADOLESCENTE DI INTRAPRENDERE IL TUO STESSO PERCORSO, CHE COSA GLI DIRESTI?

Non proverei a convincere nessuno a seguire il mio percorso. Quello che farei è esporla al processo di quel che faccio, mostrarle la mia collezione di oggetti preziosi. Parlerei del fatto che i disegnatori di gioielli sono fortunati ad avere la possibilità di lavorare con qualsiasi materiale e usando tecniche di diverse discipline. Quello che differenzia il nostro lavoro rispetto alla scultura, pittura e architettura è spesso la scala degli oggetti ed il loro rapporto con il corpo umano. Chi indossa ha un rapporto intimo, a volte esoterico con i gioielli. Io amo questo genere di connessione tra l’oggetto, chi lo fa, chi lo indossa e chi lo guarda. E’ un fenomeno unico di arte portatile.
Mi eccita pensare di poter “infettare” un’altra persona con questa mia passione, però penso che chiunque indossi gioielli capisce immediatamente se è il loro percorso o meno. Se non è amore a prima vista, non è.

THE SURVIVING STORY

Mio padre, Joe Graham, fabbrica sedie. Sono cresciuta nel suo laboratorio, aiutandolo a passare l’olio protettivo sulle sedie appena finite. Mio padre ha costruito la nostra casa, la casa dove ho passato gran parte della mia adolescenza. Forse è per questo che ho sempre avuto un grande rispetto per tutto quello che è fatto a mano. Adoro l’odore che si respira in un laboratorio: l’odore del legno appena tagliato, del metallo colato negli stampi, della stufa a legno che ti entra nei capelli e nei vestiti. Mi piace sporcarmi le mani; mi piace arrivare a casa esausta e sudata dopo un giorno di lavoro, ma consapevole di aver finito qualcosa di tangibile.

sh_laura_contact

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on StumbleUponShare on TumblrEmail this to someoneShare on Google+